echo '?' . filemtime( get_stylesheet_directory()

28ma MISSIONE

Feb 15th, 2007 | By | Category: Notiziario, Soci

[jLanguage default=”italian”][italian][/italian][british][/british]
[italian]

* 28ma MISSIONE: 2ottobre, 30 novembre 2006

87

Siamo ripartiti per la 28ma volta, da quando, il 14 dicembre 1966, con la nave Africa, abbiamo iniziato il nostro primo viaggio verso un punto dell’Africa a noi sconosciuto e verso la nostra avventura umana, che allora non eravamo in grado di immaginare.

Continuando il nostro programma di sostegno all’Ospedale, oltre alle “risorse” raccolte durante l’estate, abbiamo portato con noi persone importanti:

  • Maria Rosa e Bepi Stocchiero (vedi testimonianza), capi gruppo di una decina di Amici vicentini, che dal 1968 sostengono il progetto “operazione proteine”.
  • Ivo Siggillino, urologo, da due anni impegnato ad insegnare l’endoscopia urologica ai Colleghi Ugandesi,
  • Giorgio Rodolfi, il nostro ”solar man” , che da anni è il responsabile dell’impianto a pannelli solari, che fornisce l’energia per l’illuminazione dell’Ospedale ed ora per il pompaggio dell’acqua dal pozzo,
  • Luca Salomoni, dell’Associazione Informatici senza frontiere, testa di ponte per l’informatizzazione dei servizi statistici, della gestione della farmacia e della “banca dati”.

A fine ottobre questo gruppo è stato sostituito (eccezion fatta per Sigillino, che si è fermato ancora per una ventina di giorni),da un secondo:

  • Arturo Peruffo, tecnico di laboratorio, che ogni 2 anni s’impegna a fare un ”controllo di qualità”,
  • Mario De Siati, urologo, alla prima esperienza africana, che ha affiancato Siggillino nel suo lavoro,
  • Giorgio Munaretto, nefrologo, che si è interessato alle malattie renali, causate da patologie tropicali,
  • Paolo Rossetto, informatico, amico di Salomoni e suo successore per completare la prima fase dell’informatizzazione.

Alla loro partenza, dal 20 novembre al 12 dicembre l’Ospedale ha avuto l’aiuto della ben nota

  • Dr.ssa Rita Polo, chirurgo, (recidiva nel trascorrere le sue ferie ad Angal), che dal Pronto Soccorso dell’Ospedale di Vicenza, dove lavora, è arrivata con due bravissimi infermieri:
  • Davide Perpenti e Samuele Menzato, da subito operativi in una realtà tanto diversa da quella di partenza; e, per la quarta volta
  • Il Dr. Giovanni Cardellino, aiuto in Medicina Interna all’Ospedale di Aosta, colonna portante dell’Associazione (vedi sito Karacel). Con la figlia
  • Chiara, studentessa al V anno di Medicina, futura speranza .

In gennaio/febbraio:

  • Gabriele Maciocco con Lorenzo Mecocci (infettivologo) e Augusto Maionchi (tecnico tuttofare) hanno continuato la staffetta di presenze. La loro impressione sull’Ospedale: “e la barca va…. in un bel clima di distensione e di collaborazione , una pacifica oasi a gestione familiare“.

Per una settimana è stata con noi anche la giovane dottoressa Eva Michelin (vedi la testimonianza), specializzanda in pediatria. E’ impegnata a Kampala in un progetto sostenuto dall’università di Padova. E’ la seconda volta che rinuncia a qualche giorno di riposo per venire a darci una mano ad Angal.

Per quanto mi riguarda, posso dire di aver lavorato sodo, soprattutto in reparto pediatrico (media delle presenze 180) per “coprire” i periodi in cui il Dr. Alfred era a Kampala e per seguire i “primi passi” di un nuovo medico, arrivato a Novembre, il Dr. Apangu Pontius.

Tuttavia i ruoli più importanti che ricopro durante i periodi di presenza ad Angal restano quelli di “consigliere” del Direttore Sanitario, di “senior consultant” con i giovani colleghi e di “controllore” della contabilità e della gestione amministrativa. Durante questo periodo Mr. Simon, l’Amministratore, era assente , perché impegnato a frequentare un master all’università di Ngozi.

Dal punto di vista FINANZIARIO, (secondo il diritto amministrativo ugandese, l’anno finanziario si conclude il 30 giugno) l’esercizio 05/06 si è concluso con questi dati:

USCITE 352.000 € pari a
Salari 205.000 € 58%
Amministrazione 6.000 € 2%
Manutenzione riparazioni 10.000 € 3%
Consumi energetici 28.000 € 8%
Medicinali 71.000 € 20%
Corsi di aggiornamento personale 7.000 € 2%
Nuove costruzioni e riparazioni fabbricati 25000 € 7%
 
ENTRATE 385.000 € pari a
Rette (pazienti ricoverati e dispensario) 47.000 € 13%
Contributo Statale 183.000 € 47%
Associazione Amici di Angal 120.000 € 32%
Altro (programma Farmaci ecc.) 35.000 € 8%
BILANCIO della gestione: AVANZO + 33.000 €

NOTE:

  • Il bilancio è eccezionalmente in attivo, poiché nel corso dell’anno sono state trasferite dalla nostra Associazione somme per affrontare delle spese, eseguite nella seconda parte dell’anno, quindi non contabilizzate.
  • Tra le Entrate, il contributo statale (47%), essenziale per la vita dell’ospedale, è stato ridotto già nell’ultimo anno e si ipotizza che possa essere addirittura sospeso!
  • Il contributo dell’associazione, già fondamentale (32%), potrebbe diventare essenziale e perciò condizionare la stessa esistenza dell’Ospedale

Mario e Claudia
[/italian][british]

* 28th MISSION: 2october, 30 november 2006

87

It was the 28th time since that December 14th 1966, when we first left aboard the ship “Africa” towards a point of the black continent which was so stranger to us, towards our human adventure, that we would not have been able to imagine.

This time, getting forward our support program at the hospital, besides the “resources” we harvested during the summer, we brought with us some important people:

  • Maria Rosa and Bepi Stocchiero (see their letter here), head of a group of a dozen Friends from Vicenza, who support continuously the “protein programme” since 1968.
  • Ivo Siggillino, urologies, who’s been busy since two years teaching urological endoscopy to the Uganda Colleagues,
  • Giorgio Rodolfi, our ”solar man”, who is the person in charge of the solar panels plant, which supplies electrical power for the illumination of the hospital since years and now to the water’s pumping as well,
  • Luca Salomoni, from the organisation Informatici senza frontiere, who is leading the hospital’s statistic services project, the management of the pharmacy and the “data bank” programme.

At the end of October this group has been replaced (with exception of Dr. Siggillino who stayed for about twenty days more), by a second one:

  • Arturo Peruffo, laboratory technician, who will come every two years to make a ”quality check”,
  • Mario De Siati, urologist, first time in Africa who has been busy together with Dr. Siggillino in his work,
  • Giorgio Munaretto, nefrologist, who is interested in kidney illnesses caused by tropical pathologies,
  • Paolo Rossetto, information system manager, friend of Salomoni and his successor to complete the first phase of the databank project.

When they left, from 20 November to 12 December the Hospital enjoyed the help of the well known:

  • Dr. Rita Polo came, surgeon, who often spends her vacations in Angal) from Vicenza Hospital. She arrived with two good nurses:
  • Davide Perpenti and Samuele Menzato, who have been operational immediately in such a different environment; and, for the fourth time:
  • Dr. Giovanni Cardellino, from Aosta Hospital, founder of a “daughter” association (Karacel, see the web site). He came with his daughter:
  • Chiara, student at the fifth year in Medicine, future hope for Angal.

In January/February

  • Gabriele Maciocco with Lorenzo Mecocci (infective diseases) and Augusto Maionchi (do-it-all technician) continued the relay race of presence in Angal. Their impression on the hospital: “and the boat goes… in a beautiful climate of relaxation and collaboration, a pacific family-managed oasis

During a week also the young doctor Eva Michelin (see her letter here) has been with us. She is taking the specialization in pediatrics and she’s busy in Kampala in a project supported by the university of Padova. This is the second time she dedicates her holidays to come and give us a hand in Angal.

As far as I’m concerned, I can say I’ve worked very hard, especially in pediatric (average presence 180 patients) to cover the period in which the Dr. Alfred was in Kampala and to follow closely the “first footsteps” of a new doctor, who just came to Angal in November, Dr. Apangu Pontius.

However the most important roles I cover during my presence in Angal are those of “adviser” of the Sanitary Manager, of “senior consultant” with the young colleagues and of “accounting inspector” for the administrative management. During this period Mr. Simon, the administrator, was absent, as he’s busy following a Master at Ngozi University.

On the financial side, (according to Uganda Administrative laws, the financial year ends on June 30) year 2005/2006 concluded with these figures:

OUTCOME 352.000 € pari a
Salaries 205.000 € 58%
Administration 6.000 € 2%
Maintenance/Repair 10.000 € 3%
Power consuption 28.000 € 8%
Medicines 71.000 € 20%
Personnel courses 7.000 € 2%
New constructions and Repair 25000 € 7%
 
INCOME 385.000 € pari a
Fees (hospitalized patients and dispensary) 47.000 € 13%
Government contribution 183.000 € 47%
Amici di Angal NGO donations 120.000 € 32%
Other income (Medicine programme etc.) 35.000 € 8%
BALANCE   + 33.000 €

NOTE:

Among the Entrances, the government (47%) contribution, essential for the life of the hospital, has already been reduced in the last year and is hypothesized that can be suspended straight! The contribution of the association, already fundamental (32%), you/he/she could become essential and therefore to condition the same existence of the hospital

  • The balance is exceptionally positive because during the first part of the year our Association transferred some funds which have been spent during the second part or the year and which will be taken into account in next year balance.
  • In the income we see the government contribution (47%), which is still essential for the hospital survival. This contribution has already been reduced in the last year and we fear it could be even discontinued soon!
  • The contribution of the Association, which is already fundamental (32%), could then become essential and therefore a condition for the very existence of the Hospital.

Mario e Claudia[/british]

Leave Comment