echo '?' . filemtime( get_stylesheet_directory()

G8 o N8?

Jun 11th, 2007 | By | Category: Annunci

[jLanguage default=”italian”][italian][/italian][british][/british]
[italian]da un comunicato di MSF di verona: MSF denuncia l’ipocrisia del G8[/italian][british]

  • G8 or D8 ?

from a press release by MSF in Verona: MSF reports hypocrisy by G8[/british]

Heiligendamm, [italian]8 giugno[/italian][british]June, 8th[/british] 2007

g8.jpg

[italian]I leader del G8 riuniti in Germania hanno annunciato oggi la volontà di intensificare gli sforzi per la lotta alle pandemie in Africa, promettendo 60 miliardi di dollari nei prossimi anni. Secondo l’organizzazione umanitaria internazionale Medici Senza Frontiere (MSF) – ammesso che la promessa venga mantenuta – l’efficacia di questi fondi aggiuntivi sarà gravemente compromessa dalla contemporanea scelta di mantenere artificialmente alti i prezzi dei farmaci tramite il rafforzamento della proprietà intellettuale.[/italian][british]G8 leaders, who recently met in Germany, announced they wish to put more effort in the struggle against diseases in Africa, promising 60 billion dollars in the next years. The international humanitarian organisation Medecins sans Frontieres (MSF) sayd – assuming the promise is being kept – efficiency of these additional funding will be almost vanished by the fact that at the same time they have chosen to keep medicaments prices artificially high through the strenghtening of intellectual property.[/british]

n8.jpg
 
 

[italian]Il G8 secondo lo Shangai Daily[/italian][british]G8 according to Shangai Daily[/british]

[italian]

“Le decisioni del G8 – spiega il direttore di MSF-Italia, Kostas Moschochoritis – appaiono contraddittorie e in malafede: da una parte si promettono più fondi per la lotta ad Aids, Malaria e Tubercolosi, ma dall’altra si impone ai paesi emergenti di rafforzare i brevetti sui farmaci con l’inevitabile risultato che le cure salva-vita avranno prezzi inaccessibili per milioni di persone. Che senso ha aumentare i fondi se contemporaneamente si fanno lievitare i prezzi?”.

L’annuncio dello stanziamento di 60 miliardi è stato infatti preceduto da una decisione meno pubblicizzata, che mira a imporre ai Paesi emergenti limiti più stringenti alla produzione di farmaci in grado di fare concorrenza a quelli delle multinazionali occidentali. Paesi come l’India, il Brasile e la Tailandia sono importanti produttori di versioni generiche di alcuni farmaci essenziali ampiamente utilizzati nei paesi in via di sviluppo. Medici Senza Frontiere si prende cura di oltre 80mila malati di Aids in oltre 30 Paesi: l’80% dei farmaci utilizzati dall’associazione umanitaria sono prodotti in India. MSF – come molte altre istituzioni – sceglie i farmaci indiani perché la loro qualità è certificata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e hanno costi molto più contenuti rispetto a quelli delle multinazionali.

Sebbene India, Brasile e Tailandia producano questi farmaci nel rispetto delle regole internazionali sul commercio, questi Paesi sono oggetto di pesanti ritorsioni commerciali e di azioni legali da parte delle Big Pharma. Ora il G8 di Heiligendamm ha deciso di creare un nuovo meccanismo per rafforzare ancora di più i brevetti nei Paesi emergenti, a tutto vantaggio dei profitti delle grandi multinazionali e a danno della salute di milioni di persone nel mondo.

I leader del G8 affermano che il rafforzamento della protezione della proprietà intellettuale è uno strumento essenziale per rilanciare l’innovazione e la ricerca anche a vantaggio dei paesi più poveri. “Lo studio dell’OMS dell’aprile 2006 e pubblicato su: http://www.who.int/intellectualproperty/en/ ha svelato l’infondatezza di questa convinzione, dimostrando che i brevetti non sono in grado di stimolare la ricerca su quelle malattie che colpiscono soprattutto i più poveri. Gli investimenti vanno inevitabilmente allo studio delle malattie che colpiscono soprattutto i Paesi industrializzati per le quali c’è un mercato remunerativo”, spiega ancora Moschochoritis. “La scelta del G8 di aprire un tavolo separato di trattativa con 5 Paesi emergenti è ancora più grave perché esclude i Paesi più poveri e mina l’efficacia del gruppo di lavoro multilaterale recentemente creato dall’OMS per trovare nuove soluzioni alla mancanza di farmaci per i Paesi in via di sviluppo”.

Pubblichiamo qui di seguito quello che pensa Luca a riguardo…

> GLI 8 NANI
L’ipocrisia dei G8 non conosce limiti. Spacciano per un successo il recente fallimentare, inutile e costosissimo vertice. Ma quello che fa ancora più rabbia è il fatto che da un lato affermano di stanziare 60 miliardi di dollari per la lotta alle pandemie in Africa, dall’altro rendono i farmaci sempre più costosi rendendo sempre più stringente il meccanismo dei brevetti, come denunciato da molte importanti ONG. Il denaro pubblico, che paghiamo con le nostre tasse, finirà sempre di più ad arricchire le grandi multinazionali, mentre i poveri continueranno a morire come prima. Che grande generosità! Rubare ai poveri per dare ai ricchi! La verità è che il mondo è alla deriva perchè questi politici, compresi quelli di casa nostra, senza distinzione di destra o di sinistra, ebbri di denaro e di potere, hanno perso non solo il contatto con la realtà, ma anche ogni barlume di umanità.

> Non resta che sperare nella società civile, nelle ONG e in tutti coloro che ogni giorno si sforzano di costruire un mondo più giusto e vivibile. Quanto ai G8, sono solo otto nani![/italian]
[british]

“G8 decisions – says MSF-Italia director, Kostas Moschochoritis – appear to be contraddictory and simpy not applicable: if on one side they promise more funds for the struggle against Aids, Malaria and Tubercolosis, but on the other hand they impose to the emerging countries to strenghten copyright on medicaments, the inescapable result is that life-saving cures will cost more than millions of people will be able to pay. What sense does it make to increase the fundings if at the same time you rise the prices?”.

Infact, the announcement of the 60 billion additional funding has been preceded by a less popular decision to impose on emerging countries stricter limits on production of medicaments which could be in competition with those made by multinational companies. Countries like India, Brasil, Thailand, produce significant amounts of “generic” versions of some essential medicaments which are widely used in developing countries. Medecins sans Frontieres takes care of over 80 thousand people infected by Aids in more than 30 countries: 80% of the medicines used by MSF are produced in India. MSF – like many more institutions – chooses indian medicaments because their quality is certified by the World Health Organisation (WHO) and cost significantly less than those produced by multinational companies.

Although India, Brasil and Thailand produce these medicaments in strict compliance with international laws, those countries are subjected by heavy commercial revenge and legal actions by “Big Pharma”. Now G8 at Heiligendamm decided to create a new mechanism to strengthen even more copyright in emerging countries with great advantage for the big multinational companies and with enormous impact on health of millions of people in the world.

G8 leaders say that by strengthening intellectual property they will trigger innovation and research with big advantages for developing countries. “Unfortunately” a recent study by WHO in april 2006 and published on http://www.who.int/intellectualproperty/en/ demonstrated that the truth is exactly the opposite. It states that copyright can’t trigger research on those illnesses which hit the poorers. Investments will instead feed research on illnesses which are more typical of rich countries where there is a much higher economic return”, says Moschochoritis. “The choice by the G8 to open a discussion with 5 emerging Countries gets the situation to an even worse level because it bypasses completely poorest Countries and makes the newly multilateral group chosen by WHO to find a solution to medicaments lack – almost useless.”

We’d like to share Luca’s thoughts about this issue…

> THE 8 DWARFS
G8 hypocrisy knows no limits. They say the recent meeting was a success when it rather was an expensive, useless failure. What hurts most is that on one hand they say they are giving 60 billion dollars for struggling illnesses in Africa while on the other hand they raise medicaments prices by strenghtening copyright, as many NGOs reported recently. Public money, which we pay with our taxes, will end up in big companies wallet while the poorest will get on dying as before. How generous! Stealing from the poor to give to the rich! The truth is that the world is going mad because these politicians (included those in our country), with no distinction between left and right, have completely lost contact not only with reality but also with any tiny bit of humanity.

> The only hope for us is upon civil society, NGOs and all those who struggle in every day’s life to build a better world with more justice. As far as the G8 are concerned… they are just 8 dwarfs![/british]

Leave Comment