echo '?' . filemtime( get_stylesheet_directory()

Passaggio del testimone al Cuamm

Jul 7th, 2008 | By | Category: Annunci

22 giugno 2008. Don Luigi Mazzuccato, direttore del CUAMM, ha presentato le sue dimissioni.

Dopo 53 anni alla guida di Medici con l’Africa CUAMM, don Luigi Mazzuccato, alla splendida età di 81 anni, ha affidato la conduzione della ong padovana al nuovo direttore: Dante Carraro, sacerdote e medico, da molti anni suo stretto collaboratore e Vicepresidente della nostra Associazione, gli Amici di Angal.

L’annuncio è stato dato durante la S.Messa celebrata in S.Sofia, domenica 22 giugno, con la consegna al nuovo direttore di due simbolici doni: una stola rossa ricamata, che don Luigi aveva a sua volta ricevuta molti anni fa da uno studente birmano, a significare la vita di sacrificio e di rinunce che l’aspetta, e una bicicletta…quasi a dire :”E adesso pedala!”.

Una bella battuta, che ha stemperato un po’ la commozione dei presenti, tutti con un bagaglio di esperienze come volontari Cuamm in diversi Paesi dell’Africa. A tutti Don Luigi aveva scritto una lunga lettera di commiato nella quale aveva ricordato il professor Canova, morto 10 anni fa, il primo ad aver avuto l’idea del medico (laico) missionario, i suoi insegnamenti, la sua fede genuina, la sua libertà interiore.

Senza dimenticare alcune persone del Cuamm che hanno sacrificato la vita in Africa, in particolare la dott.ssa Maria Bonino, morta di Marburg a Luanda il 24 marzo 2005, aveva concluso così:

“Vorrei menzionare e ringraziare tutti i medici e gli altri volontari, di fede religiosa e non, ma ugualmente motivati, che hanno vissuto la missione del Cuamm con il loro servizio e la loro testimonianza, molti accompagnati dalle loro famiglie (un pensiero e un grazie speciale rivolgo alle mogli). La lista é lunga e ogni tanto la prendo in mano e la ripasso per non dimenticare nessuno.
Abbiamo un patrimonio preziosissimo di conoscenze, esperienze, di professionalità di grande levatura, persone competenti e ancora disponibili, che continuano a dare il proprio contributo nel diffondere la cultura del diritto alla salute per tutti e nel creare interesse per l’Africa e per una politica di cooperazione allo sviluppo che sia efficace e contribuisca effettivamente a ridurre la povertà nel mondo.”

L’incontro si é concluso nel cortile del Collegio in via San Francesco, dove la “Festa dei volontari Cuamm e delle loro famiglie” é continuata dando modo a tante persone di ritrovarsi e confrontare le proprie esperienze; veterani e giovani, uniti in una comunità, portatrice e formatrice – come ha detto don Luigi – di importanti valori, ricca di provocazioni e forti stimoli all’accoglienza, al dialogo, all’incontro e allo scambio delle culture.

Leave Comment