echo '?' . filemtime( get_stylesheet_directory()

Cronache da Angal

Jan 21st, 2010 | By | Category: News

Un resoconto delle attività svolte durante la periodica permanenza ad Angal di Mario e Claudia e del contributo dato dalla presenza dei vari volontari che di volta in volta si sono uniti a loro per periodi più o meno lunghi, mettendosi a disposizione per affrontare particolari necessità dell’Ospedale in quel momento.

Dall’ autunno scorso il pendolarismo di Mario e Claudia si è interrotto: un virus dell’epatite C, che Mario da anni sapeva di avere contratto in Africa, ma che non gli dava particolari disturbi, è diventato improvvisamente aggressivo imponendo una terapia adeguata che, se tutto va bene, durerà sei mesi. Attualmente quindi i Marsiaj sono costretti a prendersi un periodo sabbatico.

La catena di solidarietà però non si è interrotta: il 24 novembre sono partiti il “mitico” Arturo Peruffo, laboratorista che da anni con ritmo biannuale compie il suo viaggio di “controllo di qualità” del laboratorio e la dr.ssa Silvia Montibeller, anestesista, la cui presenza è stata di grande utilità dal momento che il tecnico anestesista, assunto dall’ospedale, stava frequentando un corso di qualificazione nella capitale.

A fine anno entrambi hanno concluso la loro missione e hanno lasciato Angal assieme al dott.Paolo Bratti, specializzando in medicina interna, inviato dal Cuamm sei mesi prima.

Ora altri due volontari sono sul piede di partenza: il dott. Giovanni Cardellino, il cui compito principale sarà quello di verificare il grado di attuazione della convenzione stipulata a giugno scorso fra l’Associazione e l’Amministrazione dell’Ospedale e Maurizio Bertoldi, inviato dall’Associazione “Informatici senza Frontiere” con il compito di “rivitalizzare “ il sistema informatico e fare un breve corso di aggiornamento al personale addetto a questo settore.

“Come vanno le cose ad Angal ?” è la domanda che gli Amici di Angal ci rivolgono spesso. Sinteticamente possiamo dire: da 6+. Non è un gran voto, ma chi ha esperienza di “african management” può definire lusinghiero questo risultato.

Questo è frutto di molteplici fattori:

  1. la capacità organizzativa di Mr.Simon, l’Amministratore.
  2. il rinnovo di gran parte dello staff medico e il suo adeguamento alle necessità contingenti dell’Ospedale, che ha risolto la tensione creatasi negli ultimi tempi fra i vari elementi del personale
  3. la presenza per un lungo periodo (due anni) di un medico Cuamm, la Dr.ssa Arianna Bortolani, che è anche rappresentante e portavoce della nostra Associazione, sempre attenta a fare il punto sulla situazione e molto collaborante e propositiva con i Colleghi Africani.
  4. Ultimo, ma importantissimo fattore che ha contribuito alla stabilità della situazione è l’aver assicurato una certa tranquillità finanziaria alla programmazione organizzativa. Da qui si comprende il grande valore della Convenzione in cui si sono stabilite le linee guida per il team amministrativo e gli impegni dell’Associazione.

Con cadenza trimestrale (è successo a luglio,ottobre e gennaio) puntualmente l’Amministrazione invia un resoconto dell’attività dell’ospedale, secondo i parametri fissati. Dopo attento esame si passa alla valutazione e quindi all’invio della somma stabilita (33.325 €) per il sostegno dei 5 progetti. Da ricordare che a questi progetti si aggiunge quello di sostegno alle famiglie degli Orfani da AIDS, che viene gestito dai Padri Comboniani della Missione. In termini finanziari questo aiuto si traduce in 16.000 € ogni 6 mesi.

NATALE AD ANGAL

Grazie a Raffaele Dinardo, un Amico di Angal davvero speciale, che da due anni si fa carico del progetto Pediatria Gratuita, tutti i bambini ricoverati (più di 200), hanno avuto quest’anno un Natale davvero speciale.

Oltre a un ricco pranzo preparato dal personale dell’ospedale con la supervisione della dott. Arianna, ognuno di loro ha ricevuto un vestito, dolci, zucchero e giocattoli.

Leave Comment