echo '?' . filemtime( get_stylesheet_directory()

Destino

 

Questo bambino è destinato a morire.

 

La prima volta che ho incontrato i suoi occhi, vi ho letto aspettative che mai mi avrebbe esplicitato verbalmente, ma che il colore della mia pelle e il camice bianco gli evocavano. Tutto ciò ha suscitato in me un senso di amara frustrazione ed impotenza.

La prima reazione nei giorni successivi è stata quella di evitarlo, ma una mattina non ho potuto sottrarmi all’inevitabile. L’ho visitato con tutto lo scrupolo di cui sono capace, per dimostrargli almeno un interesse umano, visto che ormai era abituato ad auscultazioni frettolose e distratte (tanto il suo destino era segnato).

Decido di dedicargli una foto: il sorriso fugace che per un attimo troppo veloce persino per la mia macchina fotografica mi ha dedicato, mi ha comunicato un misto di imbarazzo e tenerezza. Troppe volte celiamo dietro un atteggiamento difensivo e distaccato, il senso di inutilità e vergogna dei nostri limiti, evitando così di affrontare una moltitudine di persone che chiede solo considerazione.

Di volto in volto « » Nero e Nera