echo '?' . filemtime( get_stylesheet_directory()

Resta un mistero

Resta un mistero per noi europei il modo in cui gli africani affrontano e vivono la malattia. Uno sguardo superficiale lo chiamerebbe fatalismo, invece deve essere più probabilmente una maggiore capacità di soffrire. Quando ci ammaliamo noi ci sentiamo in diritto di essere assistiti e curati. È qualcosa che la società, la sanità pubblica ci deve. Diversamente in Africa.

La sanità è catastrofica ovunque. Il malato sa di dover contare soprattutto su se stesso, semmai sulla solidarietà dei vicini, ben poco sulla pubblica assistenza. Forse per questo, qui più che altrove la malattia è un fatto privatissimo, circondato da riserbo, timidezza, pudore, e il malato sembra rinchiudersi in se stesso piuttosto che affidarsi agli altri.

 
In ottima compagnia « » Come molti altri