echo '?' . filemtime( get_stylesheet_directory()

Il St. Luke’s Hospital

La struttura

L’Ospedale ha un raggio d’azione di circa 50 km, con un bacino d’utenza di circa 140.000 persone. Dispone di 280 posti letto, con un tasso medio di occupazione superiore al 100%. È dotato di un Laboratorio di analisi chimiche e microbiologiche, di una Sala di Radiologia e di una Sala operatoria.

Le necessità

  • Risolvere il problema della carenza di personale medico

    L’Ospedale impiega 151 persone, fra cui 3 soli medici.

  • Supplire al calo del contributo statale, mantenendo basse le rette ospedaliere

    I fondi a disposizione dell’Ospedale provenivano per il 52% dal Governo ugandese, per il 14% dalle rette ospedaliere (che l’Amministrazione cerca di contenere al massimo) e per il 34% dalle donazioni. Attualmente, però, il contributo statale è stato ridotto al 42% e si ipotizza che possa essere addirittura sospeso. Il contributo dell’Associazione “Amici di Angal” potrebbe perciò diventare determinante e condizionare l’esistenza stessa dell’Ospedale!

  • Provvedere ad un continuo, razionale aggiornamento tecnologico della struttura

    Grazie ai fondi raccolti dall’Associazione, si sono potute eseguire importanti migliorie nell’Ospedale, quali:
    – impianto fognario
    – costruzione di un padiglione di isolamento
    – ampliamento del reparto di Pediatria
    – elettrificazione a pannelli solari
    – ristrutturazione del “Centro Nutrizionale” (Nutrition Unit), creato da Claudia Marsiaj nel 1968
    – avvio dell’informatizzazione dei servizi ospedalieri.